Get Adobe Flash player

Biografia

  

Torquato La Mattina è nato a Ferentino (FR), il 19/03/1955, opera nello studio artistico “EIKON” in Via FRANCIA n. 22/24 a Canicatti’ (AG), ha studiato presso l’istituto statale d’arte “F. JUVARA” di   S. CATALDO (CL). TEL. 0922  851855 – cell. 347 5589137 e-mail torquato.lamattina@tin.it

La sua attività artistica ha inizio nel 1975. Con la Biennale d’arte visive di Lamezia Terme del 1989 ottiene il titolo di “MAESTRO ACCADEMICO”. Si è interessato di scultura in pietra, realizzando anche opere monumentali. Le sue sculture sono presenti in diverse gallerie e collezioni private, ha partecipato all’estero a diverse manifestazioni come: SPAGNA, ISOLE CANARIE, NEW YORK, STOCCOLMA e BUDAPEST dove è stato segnalato per la scultura.

Ha partecipato a diverse manifestazioni artistiche culturali come:

“Un chilometro di tela” curata da ANTONIO PRESTI con la sua “Fiumara d’arte”, “Progetto Gjpsos” (Mostra internazionale di piccole formelle in gesso svoltasi ad Ariano Irpino e Napoli), “Cartoline D’Artista” al (Museo Comunale di Praia a Mare) (CS), “1° mostra Nazionale D’arte Città di Balestrate” curata da Marcello Palminteri, “In Forma di Tracce” scultura contemporanea a Montedoro a cura di Aldo Gerbino e M. Palminteri. “1° salone dei Pittori Siciliani contemporanei” a cura di Roberto Sanesi, Maria Teresa  Prestigiacomo e Domenico Tanzarella.

Diversi critici si sono occupati di lui. Come Franco Spena con “La Mosca Bianca”, “La Seduzione delle Forme”, “La Persistenza Estetica della Forma dell’Arte”, “Per la luce, per la forma, per l’Ombra”. Aldo Gerbino. Marcello Palminteri, Giusi Bertini, Francesco Carbone, con “Arte  Contemporanea e Territorio”. “Vita delle Forme”, “La Scrittura nel Nostro Tempo nel Mediterraneo”, “Immaginaria”. “Sotto il Cielo di Agosto”, “ Percorsi Territoriali dell’Arte”.

Nelle sue ultime ricerche ha utilizzato gli stracci e il colore come parte integrante della scultura, inserendoli nel recupero di vecchi radiatori in alluminio. Giuseppina Radice nella recensione della mostra “ I.R.R.A.D.I.A.” dice: “Il rottame è una sorta di struttura primaria su cui interviene mettendo in gioco le sue facoltà conoscitive artistiche e spirituali”.

Ancora Giuseppina Radice “Arte in arte”, “5più5 uguale dieci”, “Oltre l’immagine”, “Le sinergie in”, “Un’isola che c’è due”, “Dies natalis mmi”, “Arte variazioni sul tema”, “Oltre un sorriso”, ”Percorsi etici”, “La gioia la gioia la gioia”.

Il critico Alfredo Pasolino organizza al palazzo delle terme di Pompeo a Ferentino la personale “Alchimia dell’arte e dell’inconscio”. Si occupano ancora di lui Diego Gulizia e Giuseppina Radice con “5° Biennale D’arte sacra”, Aldo Gerbino con “Scrigno del filo”. Luigi Tallarico con “6° Biennale D’arte contemporanea”, Enzo Salsetta con “New wave artisti siciliani a confronto”, Mariano Apa e Giuseppe Incaglio con “…e vennero da lontano”, Andrea Coppini con “Idee nuove a Milano”. Partecipa alla collettiva “Rivelazioni”organizzata dalla galleria Logos di Roma. E’ stato invitato a partecipare a “Arteria 06” spazi fieristici Monzòn Spagna, “Globalisation” Museum Satu-Mare Romania, “Paneuropa”università Debnecen Ungheria, “Liberty” Museum Almosd Ungheria”, The Parade of Animals” in Canada.

Lascia un Commento